pensieri

26: Perdersi

perdersi

 

Perdersi è immergersi in quello che siamo. Che forse saremo!

Perdersi presuppone un lasciarsi andare. Togliere quei freni inibitori che ostacolano il cammino dei nostri pensieri.

Perdersi in una strada che non porta ad una meta può essere angosciante. Ma, nello stesso tempo motivante. Un motivo in più per conoscere, scoprire.

Perdersi negli occhi di colui o colei che amiamo è un continuo tormento. Tormento positivo o negativo. Tormento pieno di turbamento, gioia, eccitazione. Un Amore con la A maiuscola che non lascia scampo.

Perdersi per poi ritrovarsi non sempre è una sconfitta. Ci si ritrova forse più maturi, meno scontati, più accomodanti. Come due amici che non si sono visti più da tempo per un motivo futile e che si incontrano per caso in un bar di un autogrill. Due amici che si sono perdonati con un sorriso sentito ed un ciao di circostanza.

Perdersi non è necessariamente un vuoto metafisico. Forse è un modo per capire chi siamo, e chi forse saremo.

Perdersi, in un giorno piovoso di marzo, è il miglior modo per capire che c’è sempre una via d’uscita ed un perdono (forse!).

Buon@ serata,

Em@

 

Annunci

One thought on “26: Perdersi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...