Diariodicarta

Unghia mezza tagliata

Buen@s, 

Oggi, parlerò di convivenza. Convivenza cane-gatto, cane-cagna, lei-lui, lei-l’altro, lui-l’altra e l’altro.
E’ una condizione che ti porta all’esasperazione, soprattutto nei giorni dove vorresti pensare a te stesso, definire situazioni, farti un bagno caldo, rilassandoti per cinque minuti. Solo cinque minuti.
E arriva lui che ti chiede una cosa, poi non va bene come l’hai fatta. Per il tuo equilibrio psico-fisico, accetti di fare quello che dice lui/lei secondo le sue esigenze. La rifai. E non va bene un’altra volta. Ti arrendi!
Vai in camera, inizi a tagliarti le unghie. Da un po’ che non le tagli. Capita, no? Durante il semplice atto, proprio semplice, del taglio di quella povera unghia, oramai dura e nera, senti bussare alla porta, e Lei che ti dice: “Hai visto…?”
Tu, rispondi:”Vedi bene sulla sedia, l’ho poggiata lì?”
Lei, insistentemente e con garbo, sussurra: “Non c’è!”
Ti alzi, con una mezza unghia tagliata e l’altra attaccata al dito, vai in cucina e improvvisamente sulla sedia trovi quella cosa che Lei cercava e non trovava.
Torni in camera, oramai senza parole, con un mezza unghia tagliata e l’altra attaccata, chiudi a chiave la porta, spegni la luce e fai finta di dormire.
Toc Toc, senti bussare, non rispondi.
E lui che ti dice: “Ma, oggi i cani a passeggio, non li dovevi portare tu?”
Mil besos,
Em@
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...