Finalmente

autumn moments

Nessuno è solo. Anche se lo crede. Basta guardare fuori. E c’è qualcuno che passa. “Ciao! Come stai?”– ti dice. Tu, devi rispondere.
Devi rispondere ai rumori, alle gioie, all’amore. Ahimé, anche al buio dei dolori. Dolori che nascondono tanta fragilità.
FRAGILE. Sei fragile, che adesso non vuoi vedere nessuno. Allontanare il battito di ali di una angelo (forse) che vuole aiutarti.
Adesso, vivere significa morire.
Ma, domani forse vivere di nuovo.
Fuori, c’è il sole. La macchina è parcheggiata. Finalmente, ti sei convinto ad uscire. Ed è già un inizio. Cazzo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...