Gioco, toccandomi

Sereno percorro strade. Anche se non le condivido. A volte.
Le sfioro. Le tocco con un dito.
In autunno, fa freddo.
Come oggi. Siamo a maggio
e fa freddo.
Come passa veloce il tempo?
Maestoso ci ricorda situazioni
piacevoli. Orgasmi interrotti.
Case chiuse. Sapore di sesso.
Oggi, sono sessualmente navigante verso
strade che non si vedono.
L’amore non l’ho mai
sperimentato. O non esiste?
Ho voluto bene, in
un silenzio perfetto.
Ma…non ho mai pianto per il mal’d’amore.
Forse, una volta all’università per uno.
Che partiva per l’Erasmus.

Sul far della sera
non ascolto.
E dovrei farlo.
Gioco,
toccandomi.
Gioco,
senza pensare
a nulla.

Annunci