Vorrei essere indaco #4

Caro diario,

questa zona rossa, sinceramente, ora, non mi fa paura.

Mi fanno paura le persone sciagurate, che non danno importanza alle regole. Tanto a me non capita!

Pensano di essere invincibili. Di essere immuni. Da un dolore, un sintomo, una perdita.

Vorrei essere indaco. Indefinito. Non celeste, né viola.

Vorrei essere un pianeta, senza nessuno (Perché la gente non riesce a capire? Riesce solo a correre? A farsi venire il panico?).

Vorrei pormi degli obiettivi giornalieri: vedere meno tv, sì a qualche serie; isolarmi dai social, tanto servono solo ad aumentare tensione e ansia; sì a studiare, conoscere. Leggere un bel libro che avevo iniziato. Lasciato a metà; vorrei passeggiare, isolato naturalmente, con i cani. E lasciarmi trasportare da questo freddo e questo sole, che non sono niente male.

Questa mattina ho ascoltato una bella storia, te la lascio di seguito: (https://www.raiplayradio.it/playlist/2019/04/Rai-Radio-Playlist-Item-50799f66-7077-49c0-9ffe-4baa0f2949e0.html)

Per oggi ti saluto, forse a domani.

Em@