93: Un po’ di me #14

image
Pedro

Buenas,

io e Pedro stiamo seduti in poltrona, al fresco. Fuori fa un caldo africano, che quando cammini, ti perdi nell’umidita’. Umidità che non ti permette di vedere chi ti sta affianco o davanti.

Io odio il caldo, come già vi avevo accennato, ma quest’anno devo combatterlo. Anzi spero che le giornate di caldo siano poche, perché di andare al mare non ne ho proprio voglia. Visto che il mare di Pescara è sporco e perdermi tra i bagnanti che sostano ore al sole, non mi interessa proprio.

Le prossime settimane sarò meno attivo (anche questa settimana lo sono stato), perché sono stato nominato commissario esterno di spagnolo per gli esami di stato. E questo mi impedisce di leggere i blog che seguo. Quindi, scusatemi da ora.

Ma, mi piacerebbe scrivere post giornalieri su questa esperienza, così da rendervi partecipi dei retroscena della maturità. Sempre rispettando il lavoro dei docenti e le ansie dei discenti.

Ora vi lascio, con la parola del giorno che è: esame.

 “Gli esami sono una prova temibile anche per i meglio preparati, perché l’uomo più sciocco può sempre fare una domanda a cui l’uomo più saggio non sa rispondere.” (cit.)

Io e Pedro usciamo e vi mandiamo un enorme beso Caliente. Ahaha.

Buona serata! Em@