28: MariaDomenica

image

Maria Domenica, una mia amica, alle 5 torna da lavoro. Ha 78 anni. E fa la donna tuttofare da una sua amica. Più anziana di lei.

Oggi, l’ho incontrata. Di nuovo. L’ho fermata. E ci ho parlato un pò. Ha accarezzato il mio cane. E se n’è andata a casa. Dai suoi amici gatti. Che soggiornano in una piazza deserta.

Maria Domenica, mi ricorda le nonne. Che ci hanno insegnato tanto e dato tanto.

Lei mi dà tanto. Anche con una parola detta piano. E i suoi discorsi senza senso, per me, di Tempesta d’Amore.

A volte, sento gente dire: “Tanto è vecchia!” “Poverina era vecchia”. Come se l’essere vecchio, anziano, giustifichi una morte, una malattia. Improvvisa o no. Come se essere vecchio sia sinonimo di persona che non vale più niente.

La vecchiaia è un’età che va rispettata. Ascoltata e soprattutto amata. La vecchiaia esiste e non va gettata nella pattumiera, come una lattina di coca cola. Quasi piena e che non ci va più.

Notte,

Em@