Urlo.Fine.Sogno.Girotondo.Santità.

L’urlo nero del silenzio è come il gelo.

“La fine delle cose è un caso o la sua bellezza?” Si ripete sempre, all’angolo della strada. Invece di dire a se stessa: “Ciao! Come stai oggi?”

Lei non sa vivere senza Lui, il suo sogno. A volte, il grigio delle mattine pensierose.

Grr Grr fa ogni tanto. Come in un girotondo di parole dove l’edicola ed il pisello sono complementari.

L’urlo nero era solo eccitazione. Quando tutto è successo. Quando la santità, all’improvviso, viene fuori. Al posto della luce.

Urlo. Fine. Sogno. Girotondo. Santità.