Gente confusa #5

Caro diario,

rumori di macchine, misti a cani e a padroni nervosi, si ascoltano dalla finestra. La luce del giorno oramai è scesa. Come le serrande dei negozi, dei bar. Situazione surreale, che esiste. Non solo nella mia mente contorta, ma esiste. Gente sbigottita, confusa. Alcuni corrono da soli, con le cuffie, per allontanarsi dalla paura di una stanza chiusa, di quattro mura. La solitudine fa paura. Più del virus, più della televisione, più della pandemia.

Oggi, il sole caldo avrebbe permesso: passeggiate, chiacchiere e risate. Abbracci, “ciao come stai?”,ci vediamo domani.

Domani sarà uguale, e non si sa per quanto. Ma, questo pomeriggio ho apprezzato: la calma, la lettura, il riposo. Un po’ meno la dolce sinfonia di un cane di nome Pedro, che non smette di dire al mondo: “Ci sono anche io!”

A domani!

Em@

Un pensiero su “Gente confusa #5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...